mercoledì 29 aprile 2009

PEDOFILIA

Leggo sul Corriere.it:

"Il peggio del peggio della pedofilia: video di pedofilia sadica verosimilmente girati durante viaggi di turismo sessuale, con riprese di violenze estreme su bambini e bambine di 4-5 anni imbavagliati e legati. Tre gli arrestati (un impiegato di 57 anni del Bergamasco, un uomo di 42 della provincia di Treviso e un medico sessantenne di Catanzaro) e 69 indagati nell’ambito di un’operazione coordinata dalla procura di Siracusa ed eseguita in sedici regioni italiane dal Nucleo investigativo telematico con l’impiego di 200 persone delle forze dell’ordine.

Nei filmati sequestrati si vedono i volti degli stupratori e tra loro c’è anche una donna. I video sarebbero stati scambiati su internet tra gli indagati, che non sarebbero però gli autori materiali delle violenze. Gli indagati sono per lo più professionisti di età compresa fra i 40 e i 60 anni. Sette di loro in passato sono stati già denunciati per reati sessuali nei confronti di minorenni."

C’è chi propone il carcere a vita, chi la pena di morte e chi la castrazione fisica e/o chimica. Di fronte a tali crimini niente di tutto questo potrebbe bastare. La morte? Solo una consolazione. La castrazione? Un palliativo. Il carcere a vita? Una vacanza.


Quello che sto per esprimere è un pensiero forte, forse fin troppo cattivo. Non vi costringo a leggerlo, siete ancora in tempo a chiudere la pagina o a navigare altrove.

Però prima di esporlo vorrei che per un momento chiudiate gli occhi e pensiate alle atrocità che avete letto nella notizia di sopra, ed immaginiate che la vittima non sia una persona a caso, ma un vostro stretto parente. La vita, a volte, ci mette davanti cattiverie che ci segnano irrimediabilmente, le più indelebili sono quelle che vedono come protagonisti indifesi degli innocenti. La loro vita si trasformerà in un inferno privo di sorrisi e colmo di traumi insuperabili.


Cosa fare?

La legge è legge ed è sbagliato non rispettarla, ma la realtà può presentarci situazioni che ci fanno perdere il lume della ragione.


Esiste una scuola di pensiero che mette in evidenza una tecnica, crudele ma efficace, tesa al recupero immediato di certi individui che si macchiano di crimini tanto deprecabili. Si chiama “metodo Saw”.

Il suo scopo è far apprezzare veramente la vita, la libertà o la famiglia alle persone che hanno commesso atti deplorevoli e lo fa in una maniera sadica ma efficace. Queste “bestie” vengono catturate e poi messe di fronte ad una scelta. Si tratta di scegliere: o muori, o continui a vivere dopo aver affrontato una legge del contrappasso radicale, infallibile, dolorosa, straziante come i contrappassi che Dante descrive all’Inferno.

La persona sottoposta a tale trattamento riceverà una “scossa” che minerà alla radice la sua stessa esistenza, e se riuscirà a salvarsi riscoprirà istantaneamente cosa significa vivere, vivere bene.

A differenza delle tecniche utilizzate da carceri o psicoterapeuti, che hanno come scopo ultimo la reintegrazione del soggetto nella vita civile, percorrendo tappe che richiedono anni di lavoro psichico, il metodo Saw permette la reintegrazione immediata.

Vi faccio un esempio.

Il paziente X è un noto serial-killer che uccide bruciando vive le persone e tagliuzzando con un coltello svizzero i corpi senza vita, il tutto rigorosamente avviene in circa due ore. Il dottor Saw decide di fargli capire che la sua vita è un dono che non può essere utilizzato per compiere tali gesti. A questo punto lo rapisce ed il paziente X si risveglia semi nudo, imbrattato con della gelatina infiammabile cosparsa sul suo corpo. Il dottore decide di “testarlo” collocandolo in una stanza buia, con una candela accesa e una scatola di fiammiferi che servono solo come unica fonte di luce. Sotto i suoi piedi del vetro rotto ricopre tutto il pavimento della stanza, centinaia di numeri sono stati scritti, con caratteri minuscoli, in rosso sui muri, e vi è una cassetta di sicurezza posta al centro della stanza. Il killer viene informato della gelatina infiammabile cosparsa sul suo corpo e che nel suo sangue scorre un veleno a lento rilascio capace di ucciderlo in circa due ore. Deve recuperare il prima possibile l’antidoto dentro la cassetta di sicurezza. La combinazione della cassetta di sicurezza, utile per prendere l'antidoto, è stata scritta sui muri. Il messaggio è chiaro: se vuoi salvarti devi rischiare di morire della stessa morte delle tue vittime. Se non ce la fai perchè il dolore dei vetri sotto i tuoi pieni è insopportabile o se sbagli e una piccola scintilla ti colpisce, avrai fallito. In caso contrario la tua vita non sarà più la stessa, la tua irriconoscenza nei suoi confronti sarà solo un brutto ricordo.


Naturalmente quello che ho scritto non è in linea con il mio reale pensiero, però almeno i lavori forzati vita natural durante ed ergastolo senza nessun tipo di attenuante lo reputo doveroso.




INFLUENZA SUINA

DOMANDE DA PORCI



1) I TG e i vari giornali stanno riportando la notizia circa l’evoluzione della malattia in maniera veritiera?

2) Che cos’è l’influenza suina?

3) Come passa all’uomo?

4) Quali sono i sintomi?

5) Cosa si può fare per prevenire il contagio?

6) La carne di maiale è sicura?

7) C’è un rischio pandemia?

8) Che cos’è la pandemia?

9) L’OMS ha così alzato il livello di allerta alla fase quattro (su sei gradi). Cosa significa?

10) Esiste un vaccino contro l’influenza suina?

11) A chi posso chiedere informazioni?



1) Inserisco sotto delle testimonianze fatte da persone che vivono a Città del Messico:

"La verità è che le cose sono ben lontane dall'essere sotto controllo. E' peggio di quello che crediamo, qualcuno la prende come uno scherzo, ma io no". –Carla da Città del Messico-

“Beh confermo quello che viene detto da chi si trova veramente a Città del Messico; sono qui per lavoro da quasi due mesi, e in questi giorni, da venerdì precisamente il panico si è diffuso, tutto effettivamente è chiuso o quasi, in giro ci sono poche persone, eventi di massa sospesi.
Siamo stati all'ospedale per chiedere informazioni e da un medico ci è stato detto che in realtà tutti i vaccini resi disponibili sono inutili, perché oltre a non essere specifici per la suina, cominciano ad essere operativi dopo un paio di settimane. Le mascherine che vengono distribuite dalle istituzioni poi, sono inefficaci perché il virus ha dimensioni di un ordine di grandezza inferiore a quello del tessuto della mascherina; mascherine efficaci esistono, ma non si trovano!! solo i medici all'ospedale in alcuni casi ne sono provvisti. La cosa più inquietante è il gioco dei numeri; alcune fonti non ufficiali parlano di cifre ben differenti, perlomeno il doppio, per i decessi e gli infetti. Tutto questo allarme fa immaginare che effettivamente i numeri siano ben maggiori e il tasso di diffusione del virus comunque é la cosa che agita di più. Detto questo, spero che mi facciano tornare indietro presto.”
Saluti
-Paolo Furlan-

"Città del Messico sembra il set di un film di fantascienza, con le forze dell’ordine che ordinano il coprifuoco e obbligano ad indossare maschere di protezione". –Pino Cacucci-

Lascio a voi la risposta alla prima domanda.


2) Una malattia respiratoria che colpisce i maiali ed è causata da un virus influenzale di tipo A (H1N1). E’ molto contagiosa ma la mortalità è bassa (1-4 per cento). Il virus si diffonde tra i maiali per via aerea, contatto diretto e indiretto e tramite maiali che ne sono portatori asintomatici. Il virus si diffonde tra i suini con regolarità, circa una volta l’anno, con maggiore incidenza in autunno e inverno nelle zone temperate.


3) Il contagio avviene di solito stando in contatto ravvicinato con una persona malata che tossisce o starnutisce o per contatto indiretto (si tocca qualcosa che è stato in contatto con il virus e poi si portano le mani alla bocca).


4) I sintomi avvertiti dall'uomo risultano essere molto simili a quelli di una influenza "stagionale". Febbre alta, tosse, letargia e mancanza di appetito. Alcune persone colpite dal virus accusano anche mal di gola, nausea, vomito e diarrea.
Nessuna contagio invece mangiando carne di maiale o prodotti derivanti da carne suina. Anche se, è preferibile, cucinare la carne ad almeno 70 gradi.


5) La raccomandazione più importante è anche la più semplice da seguire: lavarsi le mani spesso. Per il resto bisogna evitare il più possibile il contatto con persone malate, e con oggetti e superfici che possono essere state infettate.


6) Sì. Non ci sono prove che l’influenza suina sia mai stata trasmessa all’uomo tramite il consumo di carne e altri derivati del maiale adeguatamente trattati. Il virus non sopravvive a una temperatura di cottura superiore ai 70 °C.


7) E’ probabile che la maggior parte delle persone, specialmente chi non è regolarmente in contatto con i maiali, non sia immunizzato dal virus. Se si stabilisce una trasmissione uomo-uomo “efficiente” è possibile che si verifichi una pandemia influenzale, il cui impatto è difficile da prevedere perché dipende da molti fattori. La virulenza, il grado di immunità delle persone, la protezione crociata degli anticorpi sviluppati con l’influenza stagionale.


8) Una pandemia (dal greco pan-demos, "tutto il popolo") è una epidemia la cui diffusione interessa più aree geografiche del mondo, con un alto numero di casi gravi ed una mortalità elevata.
Il termine pandemia si applica solo a malattie o condizioni patologiche contagiose. Di conseguenza, molte delle patologie che colpiscono aree molto grandi o l'intero pianeta (per esempio il cancro) non sono da considerarsi pandemiche. Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, le condizioni affinché si possa verificare una vera e propria pandemia sono tre:

1. la comparsa di un nuovo agente patogeno;
2. la capacità di tale agente di colpire gli uomini, creando gravi patologie;
3. la capacità di tale agente di diffondersi rapidamente per contagio.


9) Le fasi di allarme per i pericoli di pandemia utilizzate dall'OMS sono le seguenti:

* Fase 1: nessuno dei virus che normalmente circola fra gli animali è causa di infezione per l'uomo
* Fase 2: un virus che sta circolando fra animali domestici o selvatici ha infettato persone venute a stretto contatto con animali infetti
* Fase 3: un virus animale ha infettato un gruppo di persone, ma la trasmissione fra uomo ed uomo è assente o fortemente limitata
* Fase 4: per un virus è possibile la trasmissione umana
* Fase 5: per un virus è possibile la trasmissione umana e sono presenti gruppi di persone infette in almeno due stati appartenenti alla stessa regione OMS (vedi sezione precedente)
* Fase 6: per un virus è possibile la trasmissione umana e sono presenti gruppi di persone infette in almeno due regioni, oltre alla condizione della fase 5

Le fasi successive avvengono a pandemia conclusa e sono quelle di post-picco e post-pandemia.


10) Ecco cosa si legge su Farmacoecura.it: "Non esiste al momento un vaccino efficace per il virus dell’influenza suina, mentre secondo l’Oms non tutti i farmaci antivirali oggi disponibili sono efficaci: sensibile all’Oseltamivir (Tamiflu in Italia), mentre sembra resistente all’amatadina e alla rimantidina. Al momento l’infezione sembra circoscritta agli Stati Uniti e, con sintomatologia più grave, in Messico; quello che spaventa è che il virus responsabile è un virus tutto nuovo".


11) Il ministero del Welfare ha istituito un numero telefonico, il 1500 al quale rispondono dalle 8 alle 20 medici ed esperti appositamente formati.



Infine temo che questo tipo di notizie non facciano altro che creare allarmismo e psicosi, che in molti casi sono peggiori della malattia stessa. Quindi non facciamoci prendere da paure inutili.

Dimenticavo... inserisco sotto un grafico in cui è possibile vedere tutti i casi segnalati di influenza suina:



Fonti: www.panorama.it

www.waltergianno.splinder.com

www.cronacaeattualita.blogosfere.it

www.wikipedia.org





martedì 28 aprile 2009

Associazione A.S.D. Summer Bompensiere



Direttivo

Presidente: Fabiola Nicastro

Vice Presidente: Giuseppina Schillaci

Segretario e cassiere: Giuseppe Licata

Consiglieri: Michelangelo Benvissuto, Giuseppe Diliberto, Lucia Proietto.

Consigliere Pastorale: Padre Francesco Novara


Contatti
Sede legale: via G.Marconi 14 – 93010 Bompensiere (CL)
Numero di telefono 3278249237
E-mail: ass.summer@gmail.com


Eventi


L’associazione si impegna ad organizzare manifestazioni sociali, sportive e musicali per il bene della collettività.

Essendo asociata con il CSI e il CONSORZIO PSG, si occuperà di attività sportive dilettantistiche, corsi di formazione e tornei.

lunedì 27 aprile 2009

MONTEDORO - BOMPENSIERE IL VIDEO

Nella foto da sx Flavio Petix, Gabriele Alfano, e nel quadro dietro Fabio Taibi. Questi tre giovani si occupano delle riprese e dei montaggi dei video della squadra Montedorese di terza categoria Sicilianamente.


A Montedoro ci sono un paio di ragazzi che hanno compiuto, a mio parere, un lavoro non indifferente. Per portare a termine determinati obiettivi oltre alla costanza, alla voglia di fare deve esserci tanta, ma tanta passione. Ebbene, loro ne hanno da vendere.

Seguire la squadra locale, scattare tantissime foto, girare i video e lavorarci sopra per dar vita ad un prodotto finito, accessibile via web anche a coloro che non hanno l'opportunità di essere fisicamente presenti ai vari incontri, è un qualcosa che non accade tutti i giorni.

Inserisco sotto l'ultimo video a cui hanno minuziosamente lavorato e vi invito a visitare il loro sito www.sicilianamente.com



Il punto della situazione

DEJA VU'

...ANNO 2008


...ANNO 2009

Ieri sera, a causa di un impegno improrogabile, non ho potuto assistere al posticipo Napoli Inter. Da quanto leggo sui giornali non mi sono perso nulla di importante, anzi mi sono risparmiato due ore di turpiloqui e vaneggiamenti vari.

Può capitare di andare a giocare al San Paolo e gettare via 3 punti, regalando a Donadoni la sua prima vittoria come tecnico del Napoli. E ci può anche stare qualche problemino legato ad una condizione atletica non ottimale. In fondo siamo sempre lassù, in alto. Ogni tanto, abbassando lo sguardo, noto delle strane macchiette rossonere che cercano di raggiungere la vetta, capitanate da un omino piccolo e molto facinoroso che parla sempre di ordine, disciplina, correttezza e democrazia, ma muove la sua macchina da guerra mediatica per creare confusione, notizie insussistenti tese a destabilizzare ambienti e organizzazioni non in linea con i suoi interessi.

Spalleggiati da mezzi tanto potenti, i tifosi della seconda squadra di Milano trovano così il coraggio per raccogliere le ultime energie rimaste dopo aver affrontato un’annata a dir poco sconcertante, e gridare al mondo intero che lo scudetto è ormai cosa loro. Ed io ho deciso di assecondare questi vaniloqui. Ebbene sì cari cugini, la speranza è in fondo l’ultima ancora di salvezza ed il vostro presidente è lo spacciatore numero uno di illusioni. Aggrappatevi a lui e vincerete comunque anche se, in maniera del tutto fortuita ed inattesa, lo scudetto andrà a finire nella sponda neroazzurra di Milano. In quel caso potrete consolarvi guardando studio sport mentre elogia l’eroica rimonta di una squadra sconfitta solo dalla sfortuna, che ha una rosa non vecchia ma matura al punto giusto, che ha fatto di tutto per arrivare a vincere ma che in fondo ha così tanti trofei da poterne regalare qualcuno a chi ne ha più bisogno.

Questa settimana ho anche deciso di non infierire ulteriormente sulla Juventus. Questa squadra, a differenza del Milan, riesce sempre a stupirmi. Capisco che non è semplice attraversare un periodo difficile ma queste alterazioni ciclico-periodiche dell'umore iniziano a preoccuparmi. Periodi connotati da esaltazione dell'umore (mania) si alternano a fasi depressive che comportano incazzamenti vari contro Ranieri, Balotelli e la vita tutta.


Passiamo al Bompensiere.

La partita contro il Montedoro mi ha positivamente impressionato. Se avessi avuto l’opportunità di scommettere qualche euro avrei puntato tutto sul Montedoro. Ed invece ecco la sorpresa che ti rende felice: 2 a 1 per la squadra allenata da Gustavo Anelli e morale dello spogliatoio nuovamente alle stelle.

Adesso rimane l’ultima partita contro il Santa Caterina per dimostrare a tutti che, nonostante un campionato non eccezionale, l’orgoglio di questa squadra può farci ben sperare per il prossimo torneo.





domenica 26 aprile 2009

FOTO ANTICHE BOMPENSIERE

ALTRE 12 IMMAGINI!

In quest'ultimo mese il classico appuntamento che prevedeva l'inserimento di nuove foto nell'album storico dei Bompensierini è saltato. La causa è stata la mancanza di nuove immagini.

Fortunatamente l'altro ieri il signor Paolino Tona mi ha portato 10 foto che vanno ad arricchire ulteriormente l'album.


1964. Paolino Tona davanti bar Licata Giuseppe (ex casa di Giurlannu Martorana).


Per visualizzare le immagini cliccate qui.


venerdì 24 aprile 2009

Passeggiata in bicicletta da San Cataldo a Canicattì

PEDALANDO SENZA FRETTA PER UN MONDO MIGLIORE


Il 31 Maggio si terrà la 7^ edizione della “Passeggiata in bicicletta”. La partenza è prevista per le ore 8:30 dalla piazza Cristo Re a San Cataldo, destinazione villa comunale di Canicattì. Questo evento organizzato dal Coordinamento tecnico U.S. ACLI e dal Comitato Provinciale Caltanissetta, permetterà, a tutti i partecipanti, di trascorrere una giornata all’insegna dello svago e della preghiera.

Pedalata facile e aperta a tutti (i bambini di età inferiore ai 10 anni possono partecipare solo se accompagnati dai genitori), in gruppo, senza la frenesia di vincere ma con l’unico scopo di vivere una giornata assaporando quel clima di fraternità e rispetto reciproco che dovrebbe essere alla base di tutte le relazioni umane.

L’ottava edizione di questa manifestazione (nel 2010) partirà sempre da San Cataldo e vedrà come tappa finale il più piccolo comune della provincia di Caltanissetta: BOMPENSIERE.

Da sinistra Vincenzo Corbo (Sindaco Canicattì) Giuseppe Peda (Presidente comitato quartiere Cristo Re) Giuseppe Di Forti (Sindaco San Cataldo) Salvatore Losardo (Sindaco Bompensiere)




martedì 21 aprile 2009

EFFETTI DESTABILIZZANTI DELLA CRONACA CONTEMPORANEA

SOLO L’UMORISMO (FORSE) PUO’ AIUTARTI


Oggi ho scoperto che il razzismo è una genuina verità di fatto.

Che il peggio della crisi è ormai alle spalle.

Che gli sfollati a causa del terremoto in Abruzzo devono prenderla come se fossero in campeggio (a dir la verità questo lo avevo scoperto qualche giorno fa).

Ed infine cha la Juventus risulta essere da sempre la squadra più onesta d’Italia (scusatemi ma non ho trovato nessun link che possa testimoniare questa bestialità).


Cosa fare? Come risollevare il morale?

“Ed ecco che nel momento più buio e tempestoso magicamente si apre una pagina web dal nulla, contenente un video all’apparenza senza significato, lo scruto, lo ingrandisco e dopo aver osservato il contenuto riesco a trovare quel sorriso che mi era stato brutalmente strappato”

Nulla di profondo o di particolarmente metafisico, ma a volte basta una piccola fesseria organizzata da un gruppo di giapponesi per tirarti su’.

Guardare il video per credere:


lunedì 20 aprile 2009

FESTA DELLA BIRRA AD ALLEVARD

GEMELLAGGIO BLOGPENSIERE-ALLEVARD

Nella foto Francesca Agnello insieme ad altre organizzatrici della festa della birra di Allevard


Tantissimi emigrati seguono quotidianamente questo blog, ma Francesca Agnello oltre a seguirlo è diventata ormai la nostra inviata da Allevard!

Il 18 Aprile, nel paesino Francese, hanno festeggiato con fiumi di birra e tantissime pietanze. L’avvenimento però non è fine a se stesso. Infatti con i soldi raccolti la banda locale potrà continuare ad avere i finanziamenti necessari per affrontare un nuovo anno.

Questa tradizione va avanti da ben 40 anni e vede coinvolti tutti i musicisti che si trasformano per una giornata in cuochi e camerieri.

Inserisco sotto altre due immagini dell’evento.

Festa della birra ad Allevard. Foto di gruppo.


Festa della birra ad Allevard




domenica 19 aprile 2009

Campionato di terza categoria: BOMPENSIERE - DELIA 0 - 5

GIOCARE IN CASA

Uno degli elementi fondamentali del giocare in casa una partita di calcio è l’avere a disposizione un campo di giuoco di cui si conoscono difetti e virtù, arbitri che soffrono (o almeno dovrebbero) la sudditanza casalinga e il tifo.

Secondo me l’ultimo elemento è quello realmente importante. Quando dico “tifo” non parlo di quei microrganismi che penetrano nei vasellini chiliferi e raggiungono i gangli linfatici mesenterici provocando febbre e ipotensione arteriosa, ma parlo di quei bambini, ragazzi, e perchè no, adulti che incitano la squadra locale a correre un pò di più e a menarsela un pò di meno.

Trovare una tribuna piena di tifosi Deliani (circa un centinaio) che sul 3 a 0 per la loro squadra cantano a squarciagola “BOMPENSIERE FACCI UN GOL” prendendoci apertamente per il culo è stato un pò triste. I Bompensierini sugli spalti invece si potevano contare con le dita di 2 (massimo 3 ) mani.

Per il resto la vittoria del Delia è stata meritatissima e se fosse finita 10 a 1 (ho messo l’1 perchè Antonio Diliberto ha fallitto un rigore che si era procurato allo scadere del primo tempo) non potevamo lamentarci.

Nella foto una parte dei numerosi tifosi del Delia allo stadio comunale di Bompensiere




sabato 18 aprile 2009

JUVENTUS - INTER 1 - 1

SENZA MOGGI NON SONO NESSUNO


Se non fosse stato per uno strano ronzio all' orecchio sinistro mi sarei addormentato quasi subito. Poche emozioni, molto tatticismo. L'Inter ha dimostrato di avere giocatori e carattere nettamente superiore rispetto ad una squadra (la seconda di Torino) che ha sofferto fino alla fine.
Pareggio poco giusto ma che ci poteva anche stare.

Lo scudetto ormai è cosa NOSTRA. Arrivederci al prossimo anno.



API MIELE E PUNTURE

“Se spariscono le api, all’uomo resteranno quattro anni di vita”

Albert Einstein


Gaspare Tuzzè alle prese con una colonia di Api


Si pensi che nell’antico Egitto questi animali erano considerati delle divinità. Infatti senza le api non ci sarebbe più cibo per l’intera umanità. Esse svolgono l’80% del lavoro di impollinazione e senza di esse sparirebbe il lavoro per produrre frutta, ortaggi, latte, foraggio.

Proprio questa mattina Gaspare Tuzzè era alle prese con un alveare che si era formato in un luogo poco adatto, dando non poche noie agli abitanti della zona.

La colonia di api si era appropriata dell’ingresso di un’abitazione sita in via San Francesco a Bompensiere. Fortunatamente lo sciame è stato spostato e le tre api che mi hanno costretto ad uno sprint degno del miglior Usain Bolt non potranno far male più a nessuno.


Alveare in via San Francesco a Bompensiere



AIUTATECI A TROVARLO


SMARRITO IL 16/04/2009 A BOMPENSIERE – E’ UN INCROCIO TRA VOLPINO E PECHINESE DI COLOR NOCCIOLA CHIARO. HA SUL CORPO DELLE BRETELLINE VIOLA

CHIUNQUE L’ABBIA VISTO NON ESITI A

    CHIAMARE IL 3338451462 o 0934938221 (Virciglio).



giovedì 16 aprile 2009

Alla scoperta del podismo

Prossima tappa la maratona di New York!

«Quando corro penso a correre e basta: una testa piena di pensieri pesa di più e in salita le gambe spingono di meno»



La pazzia può portare le persone a compiere gesti inconsulti ed altamente pericolosi. Pensiamoci un attimino. Ti svegli la mattina alle 6.21 con la testa piena di mille pensieri (avrò vinto al superenalotto?), dubbi (sabato sera la Giuve soccomberà di fronte all’armata neroazzura?), preoccupazioni (Ronaldo è etero o gay?) e fesserie varie (chi sono? dove sto andando? la vita dopo la morte è una sciocchezzuola? Una sciocchezzuola compiuta nella vita equivale alla morte?).

Nonostante in questi giorni il cielo sia sgombro da nubi, il freddo nelle prime ore della mattinata è pungente e poco sopportabile. Il calo di zuccheri e la sonnolenza cronica che seguono il risveglio rendono il cervello un blocco inerme e privo di alcuna funzionalità.

Eppure ci sono individui che, sostenuti da un mix di coraggio, follia e masochismo, appena svegli, si dilettano a correre nelle prime ore della giornata. Mistero. Non sono mai riuscito a trovare delle motivazioni logiche che potessero giustificare un gesto tanto folle. Sono anni che ci penso, ma niente, la mia mente si rifiuta di capire. Allora ho pensato che forse avrei capito qualcosa abbracciando per qualche giorno questo strano rito autolesionista ed ho scoperto che:
  1. Il trucco fondamentale per alzarsi alle 6.00 e iniziare una giornata da pseudo-podista è riuscire ad indossare la tuta, lavarsi la faccia e prendersi un caffè prima che il cervello capisca quello che sta' accadendo.
  2. Iniziare la giornata correndo è una piccola rivoluzione nella routine quotidiana.
  3. Dopo l'allenamento si è in uno stato di grazia. Ci si sente sereni ed euforici allo stesso tempo, soddisfatti e vivi quanto mai.
  4. Ha effetti fortemente tranquillanti.
  5. La corsa stimola la peristalsi intestinale e velocizza il transito degli alimenti a livello gastrico. In due parole: niente più purghe o prugne secche.
Infine ho riscoperto l’effetto delle endorfine. Queste sostanze vengono prodotte dall'organismo durante la corsa e agiscono soprattutto a livello del sistema nervoso centrale. Il "piacere" è tale che sono ormai "corsa dipendente".



lunedì 13 aprile 2009

Lunedì degli angeli





Cristo è Risorto

Finalmente dopo una lunga giornata riesco a sedermi dietro al mio Pc, per pubblicare le foto della giornata conclusiva della settimana Santa.
Ma prima di tutto volevo presentarvi i quattro moschettieri della Parrocchia S.S. Crocifisso.
Imperterriti per tutta la settimana hanno lavorato sotto la guida di Don Francesco Novara a servizio di Dio e della nostra piccola Comunità Parrocchiale. Grazie!!
Da sinistra Paolo Anelli, Padre Francesco Novara, Alessandro Losardo e Francesco Galletti.

La Veglia Pasquale ha avuto inizio alle 23:00 di Sabato sera, e come potete notare dalla foto seguente anche in questa occasione la partecipazione è stata grandissima.


Concludo questo post lasciandovi il solito link che vi ha accompagnato per tutta la settimana...
clicca QUI.
Facendomi porta voce dello staff di Blogpensiere:
Katia Capobianco, Giuseppe Difalco, l'anima e l'ideatore del sito Giuseppe Pellitteri (in arte Peppino)
e dal sottoscritto Salvatore Monella, auguro a tutti una Buona Pasqua e una buona notte.
Ah già!!!! Dimentico sempre qualcosa......per dover di cronaca...(dato che si parla di mio nipote), nel giorno di Pasqua è stato battezato Samuele Monella.


per la maggior gloria di Dio

sabato 11 aprile 2009

La Processione del Venerdì Santo a Bompensiere 2a Parte

Siamo quasi al termine del triduo Pasquale.
Per concludere il post della notte scorsa, con grande soddisfazione vi presento il video della Processione che si è svolta ieri sera per le vie del nostro amato paesello.
Montato e confezionato per voi.
Buona Visione!

La Processione del Venerdì Santo a Bompensiere 1a Parte

In processione con Gesù e la Madonna Addolorata, pregando per le vittime del terremoto in Abruzzo.

Miei cari internauti,
come promesso, eccomi qui a cercare di condividere con i nostri compaesani che vivono lontani i momenti più importanti della Pasqua Nadurisa.
Sono le 01:29 e non vi nascondo che ho appena finito di sistemare le foto per la pubblicazione.
Domani aggiungerò anche i video. (per ora abbiate pietà e accontentatevi di ben 85 scatti.)
Auguro a tutti una Buona Notte.....
Per vedere le foto cliccate QUI.

venerdì 10 aprile 2009

Il Sole ha squarciato le Nubi

E' tornato il sereno nel paese più piccolo della provincia. Il Parroco Don Francesco Novara ha presieduto l'adorazione alla Croce (vedi foto).


Il comitato organizzativo, il Parroco e il Sindaco Salvatore Losardo, hanno deciso un percorso alternativo tutto da scoprire questa notte.
Pertanto sono lieto di potervi annunziare... che la PROCESSIONE SI FARA'.
Ovviamente vi terrò aggiornati su ogni sviluppo della festività.
Come al solito, non potevano mancare alcuni scatti che potete visionare cliccando QUI.
Di seguito ancora un piccolo contributo di alcune immagini della funzione svolta nel pomeriggio.

Un saluto affettuoso va in modo particolare a due nostri compaesani: Totino Saia e Onofrio Burruano che hanno lasciato le proprie famiglie durante questi giorni di festa, per aiutare la popolazione dell'Abruzzo. Sappiate che siamo con voi.

Venerdì Santo a Bompensiere

Anche il cielo piange i morti del terremoto in Abruzzo.




A causa di un temporale, la tradizionale processione delle Vare prevista per oggi pomeriggio non si è potuta svolgere. Poiché cerchiamo sempre di mantenere le nostre promesse, ecco alcuni scatti che non hanno bisogno di alcun commento.

Per vedere le foto clicca QUI. ,

Nella speranza che almeno questa sera si potrà svolgere la Processione, vi do appuntamento a questa notte per i nuovi aggiornamenti. (fisico permettendo) ;-)
Ah già....(lo dimentico sempre), anche in questo caso non poteva mancare un piccolo filmato. Buona Visione.


giovedì 9 aprile 2009

L'inizio del triduo Pasquale


Come promesso, ecco a voi i primi scatti delle festività di Pasqua. Ieri alle 18:00 nella nostra Parrocchia si è celebrata la Celebrazione della lavanda dei piedi.
Una tradizione che va avanti ormai da più di un secolo.
I confratelli del S.S. Sacramento hanno preparato la "tavula", attorno alla quale anche quest'anno, dodici di loro rappresentavano gli Apostoli di nostro Signore Gesù.
La Chiesa era gremita. Un coro accompagnava la liturgia con canti e al termine della funzione è stato offerto il tradizionale pane zuccherato che tutti hanno apprezzato e gustato.
Per vedere le foto clicca Qui.
Per questa sera vi auguro Buona Notte...e prometto a tutti i nostri emigrati che visitano il nostro sito, che pubblicheremo un video con la Processione delle vare del Venerdì Santo.
a presto....
Ah Opss!!! dimenticavo a completamento del post "Domenica delle Palme" ecco un piccolo filmato.


martedì 7 aprile 2009

L’Italia trema e noi con lei

1671236726

C’è chi aveva previsto tutto ma è stato denunciato dalla magistratura per “procurato allarme”. Il capo della Protezione civile Bertolaso lo aveva anche etichettato come "un imbecille".

Se solo avessero realmente ascoltato quell’imbecille una mamma non sarebbe morta abbracciando i suoi figli, un’altra non sarebbe rimasta schiacciata dalle macerie per fare scudo con il suo corpo per salvare la sua bambina di appena due anni, 4 bambini non sarebbero morti soffocati a causa dei calcinacci e della polvere. Se solo avessero preso minimamente in considerazione le parole di un “imbecille” oggi non ci sarebbero 17.000 sfollati e centinaia di famiglie che piangono per la scomparsa di oltre 180 persone.

E quell’imbecille ora rischia pure la galera.



lunedì 6 aprile 2009

Dominio acquistato. Il caso è chiuso.


Il tempo si avvicinava. Dovevamo modificare l’indirizzo del sito prima che fosse troppo tardi. Le nostre ricerche sono durate giorni, settimane, forse mesi. Sembrava impossibile ma ce l’abbiamo fatta (non so perché ma mi è venuta voglia di un amaro Montenegro).

Trovare una parola che racchiuda il contenuto di un intero sito non è semplice. Lo sarebbe stato se gli argomenti trattati avessero avuto una tematica ben definita. Ma in quel caso sarebbe stato troppo elementare. Immaginate allora un Salvatore che propone 6000 nomi al minuto, una Katia che riesce a scuotere la testa per sottolineare un qualcosa che non và per 100 volte in un secondo, un Giuseppe che cerca di conciliare le parti ed un Peppino sdraiato su una sedia reclinabile perso nei suoi pensieri ( * vedi nota in fondo alla pagina).

Nonostante le tante divergenze siamo riusciti a far convergere le nostre idee in un unico nome BLOGPENSIERE. I motivi sono principalmente 2:

1) Il nome ricorda quel simpaticissimo paesello dell’entroterra siculo che ci ha visto crescere e al quale siamo molto affezionati.

2) Pensiere è una variazione (non molto usata, ma utile per il nostro scopo) della parola pensiero. Questo blog è fortemente atipico: esso racchiude notizie, riflessioni, idee, proposte e considerazioni su tematiche più disparate. Dunque i nostri punti di vista dai quali possono trasparire i nostri pensieri.

Fortunatamente BigG (ovvero il grande e potente Google) non lascia mai indietro nessuno. Il vecchio indirizzo (www.giuseppepellitteri.blogspot.com) non sarà cancellato, quindi se qualcuno vorrà farci visita potrà continuare a digitarlo, ma il consiglio è quello di aggiornare il link accedendo direttamente il nuovo indirizzo www.blogpensiere.com poichè tale pagina caricherà in un tempo decisamente inferiore e le lettere da digitare sono 16 in meno.


(*)Mi sono perso nei miei pensieri. Era un territorio non familiare



ParliAMOne

L'Associazione e la redazione di

è lieta di presentarvi la tredicesima edizione del nostro Mensile.
In anteprima per voi la Primapagina.

Per sfogliare l'intero Giornale clicca QUI.

domenica 5 aprile 2009

Domenica delle Palme a Bompensiere

Per tutti i nostri lettori lontani dal nostro piccolo paesello, con questo post vogliamo cominciare un piccolo reportage delle festività di Pasqua. Oggi è il 1°Giorno che ci porta nella settimana Santa.
Di seguito riportiamo le prime foto di una lunga serie,(almeno spero) che vi accompagneranno fino a Domenica giorno di Pasqua e di Risurrezione.


Nella foto: L'avvio della Processione con i Fratelli dell S.S. Sacramento e tutti i parrocchiani verso la Chiesa.
Per vedere le altre foto clicca QUI.

Il cugino d'America

Tempo fa, circa 12 anni, venne un mio lontano cugino da parte paterna: Salvatore. Io avevo poco più di dieci anni. Ero piccolo magro e con tanta voglia di giocare, lui invece (alto e dal fisico imponente), era sempre immerso nella lettura o nella scrittura. Anzi, se non ricordo male stava proprio scrivendo un libro durante il suo soggiorno. Era un appassionato dello sport e andava sempre in bici. Per lungo tempo non ho avuto sue notizie e ho pensato spesso di andarlo a trovare, anche se non è mai successo. Ieri 5 marzo 2009 vedo scritto un commento sul blog del mio carissimo amico Peppino (di cui faccio parte come amministratore) sulla pagina "Chi siamo" chiedendomi se sono il figlio di nino (nino la posta per intenderci). Enormemente rallegrato dalla lettura di questo commento comincio a pensare a quell'estate di tanto tempo fa in cui praticamente ogni giorno lo vedevo correre quà e là con la bici o scrivere qualcosa. Ho pensato a quanto si possa essere attaccati alle proprie radici e al fatto che per quanto lontani dal proprio paese un pensiero è sempre rivolto ad esso. Sono veramente contento che "il mio cugino d'America" sia riuscito, tramite questa finestra di Bompensiere su internet, a rintracciarmi. Spero di vederlo al più presto nel nostro caro paese: lu naduri!!!

P.S: per mio cugino Salvatore: se guardi nella pagina del mio contatto trovi la mia e-mail. Se vuoi puoi scrivermi lì. Colgo l'occasione per salutare tutti i miei cugini d'oltre oceano.

Calendario Appuntamenti Settimana Santa 2009 Parrocchia SS.mo Crocifisso – Bompensiere

Nella Foto il Santissimo Crocifisso della Chiesa di Bompensiere



Domenica delle Palme (5 aprile):

Ore 10:30; Raduno e Benedizione delle Palme presso l’Edicola votiva della Madonna Assunta (Purteddra) quindi processione verso la chiesa parrocchiale per la celebrazione della Santa Messa nella Domenica di Passione.

Ore 16:00; Via Crucis cittadina con partenza dalla Chiesa parrocchiale.

Ore 19:00; Celebrazione della Santa Messa.


Lunedì santo (6 aprile):

Ore 09:00; Celebrazione della Santa Messa e delle Lodi mattutine. I ministri della Santa Comunione distribuiranno, dopo la celebrazione eucaristica, la Comunione agli ammalati per il precetto pasquale.


Martedì e Mercoledì santo (7-8 aprile):

Ore 09:00; Celebrazione della Santa Messa e delle Lodi mattutine.


Giovedì santo (9 marzo):

Ore 09:30; Solenne concelebrazione in Cattedrale presieduta dal Vescovo di Caltanissetta Mons. Mario Russotto per la consacrazione degli Oli (Sacro Crisma, Olio dei Catecumeni, Olio degli Infermi).

Ore 18:00; Inizio della celebrazione della Messa in Cœna Domini e Lavanda dei piedi. Processione del SS.mo Sacramento dentro la chiesa verso l’altare della riposizione per l’Adorazione personale e comunitaria.

Turni per l’adorazione:

1. (Ore 21:00-22:00) Gruppo di Preghiera di Padre Pio;

2. (Ore 22:00-23:00) Confraternita SS.mo Sacramento;

3. (Ore 23:00-24:00) Comunità Neocatecumenali.


Venerdì santo (10 aprile);

Ore 09:00; Celebrazione dell’Ufficio delle letture e delle Lodi Mattutine;

Ore 14:45; Processione dei Simulacri del Crocifisso e dell’Addolorata verso il Calvario. Durante la processione verrà fatta la Via Crucis.

Ore 17:30; Celebrazione liturgica dell’Adorazione della Croce.

Ore 22:30; Partenza dalla Chiesa parrocchiale per la processione con l’Urna. Durante questa processione silenziosa e composta saranno eseguiti i canti tradizionali del gruppo dei lamentatori alternati con la banda musicale.


Sabato santo (11 aprile);

Ore 09:00; celebrazione dell’Ufficio delle Letture e delle Lodi Mattutine.

Ore 23:00; Inizio della celebrazione della Veglia Pasquale.


Domenica di Risurrezione (12 aprile);

Ore 11:00; Santa Messa.

Ore 19:00; Santa Messa ed amministrazione del Battesimo.


Buona Pasqua

Si raccomanda la puntualità.


Don Francesco Novara


Finalmente le foto della Festa di San Giuseppe a Bompensiere

Nella foto: Il bambino Gesù (u Bambineddu), Salvatore Monella di Carmelo e la bellissima Madonna Jennifer Radduso.


Ore 15:30 La processione si avvia verso la "Tavulata".

Nella foto sopra: non è Zorro ne tanto meno Don Camillo, ma il nostro buon Padre Francesco Novara. ;-)


Ed ecco il momento clou della festività..... :Biniditta la cena, biniditta la Maddalena, biniditti tutti quanti, Padre, Figliu e Spiritu Santu.


Gli occhi azzurri del piccolo Salvatore hanno stregato la Piazza. ;-)



Nei panni del Patriarca San Giuseppe: Calogero Pace in una versione moderna. (vedi occhiali da sole che sicuramente 2000 anni fà facevano tendenza)

Nella speranza che queste immagini siano state di vostro gradimento, ci scusiamo per il ritardo e vi invitiamo a visitare il nostro blog nei prossimi giorni. Provvederemo a pubblicare le foto delle festività di Pasqua.

Un saluto a tutti i nostri Emigrati dal Bambineddù. Che la Pace del Signore possa giungere fino a voi e possa regnare nelle vostre case ora e per SEMPRE.

Ti potrebbero anche interessare

Related Posts with Thumbnails