domenica 30 agosto 2009

MILAN – INTER 0 – 4

QUATTRU A ZERU

Quest’anno dopo 4 stagioni ho litigato con Mediaset Premium. Mi spiego meglio. Pochi giorni fa mi chiamarono al telefono alle tredici e qualche minuto. Una simpatica signorina mi ricorda che avevo l’opportunità di richiedere una nuova scheda e avviare il nuovo abbonamento per vedere tutte le partite dell’Inter (ora ditemi voi chi gli avrà spifferato il mio credo calcistico, ma tralasciamo questi particolari). Le rispondo che non avevo tempo per queste quisquiglie poichè un piatto di maccheroni fumanti, con annesso sugo di ciliegino e formaggio pecorino stagionato, mi stavano trepidamente attendendo sopra la tavola. “Dobbiamo farlo subit…” furono le ultime parole dell’operatrice, e ad esser sincero il subito non è arrivata a completarlo giacché avevo intrapreso la mia personale lotta con un maccherone ostile.

Non vi nascondo che le ultime due settimane sono state caratterizzate da profonde crisi d’astinenza. Per la prima di campionato ero in una fase depressiva-maniacale. Il pensiero di perdere il match era un qualcosa di conturbante. Iniziai a vagare alle 2 del pomeriggio per le strade del paese, fino a quanto un ragazzo avvinto dalla commozione mi ha invitato a casa sua per vedere la partita. Si chiama Sebastiano e che Dio l’abbia in gloria.

A giorni dovrebbe arrivare SKY con annesso Inter channel, ma nell’intervallo di tempo che intercorre tra la richiesta dell’abbonamento e l’installazione cosa mi combinano? Mi vanno a mettere il derby. Si ricade allora in uno stato ossessivo-persecutorio, fino alla telefonata salvavita di Simone.

Simone è un milanista fino al midollo, di quelli che vive la partita con intensità e in rigoroso silenzio. Vi lascio immaginare i primi 25 minuti. I rossoneri hanno fatto meglio di noi e in un paio di occasioni hanno pure rischiato di fare gol. Ma il calcio sa essere sadico e meschino: un, due, tre ed OPLA’. Thiago-Motta ed uno a zero per l’Inter. Non vi nascondo che mi ero promesso di non esultare ma in quel momento una scarica adrenalinica mi ha come ipnotizzato, sono schizzato in piedi e sono andato a baciare Simone. E di questo provo ancora una profonda vergogna.

Il resto della partita è stato un orgasmo continuo. Fraseggi, passaggi di prima, lanci millimetrici, tiri dalla distanza e il gelo. Il gelo di un tifoso amareggiato e deluso per aver subito 4 gol in casa dai cugini.

Un pensiero particolare va a mio padre e ai miei 3 fratellini Marco, Chiara ed Alberto, milanisti dalla nascita .Orsù dunque non amareggiatevi poichè siete sempre in tempo a cambiare colore alle vostre maglie. In fondo il nero è presente e il colore azzurro sarò ben felice di portarvelo io, così da poter ri-dipingere non solo le magliettine che avete a casa ma anche i vostri sogni di vincere uno scudetto ;-))


Nella foto è possibile ammirare la bellezza dei colori, dei volti e della vita tutta. W il derby, W Gattuso, W i colori neroazzurri, W Marco Chiara e Alberto, W Vicio, W Gustavo, W Carmelo, W Simone e Sebastiano. Abbasso Milan.

Juve shit.


Ed ecco il video della partita:






3 commenti:

  1. bravo peppino e forza inter

    RispondiElimina
  2. Sono troppo amareggiato...
    ma continuo a gridare viva il Milan.

    RispondiElimina
  3. FORZA INTER!!! MILANO SIAMO NOI!!
    -Piccola Interista-

    RispondiElimina

DISCLAIMER

I commenti vengono moderati dagli amministratori.

I commenti non hanno l'attributo NoFollow; quindi se lasci un commento inserendo il tuo sito nell'apposito spazio Google lo vedrà come un "good link"; consideratelo un regalo per chi lascia il suo parere :).

Ti potrebbero anche interessare

Related Posts with Thumbnails