giovedì 3 settembre 2009

SAIS: PREOCCUPANTE DISSERVIZIO


E' noto che sono uno studente della facoltà di ingegneria di Palermo. Giorno 31 agosto 2009 mi trovavo nella necessità di dover andare nel capologuo della nostra amata Sicilia per il disbrigo di fastidiose pratiche burocratiche all'università.

Tutti sapete che l'unico mezzo che collega il nostro piccolo centro a Palermo è un "piccolo" bus. Tutti sapete che c'è un'unica corsa che parte da Montedoro, passa da Bompensiere alle 05:35 e, attraversando i comuni di Milena, Campofranco e Villabate, giunge alla stazione centrale del capoluogo intorno alle 08:00 (via Oreto permettendo).

Non tutti sapete che Bompensiere è stato sfornito del suddetto servizio in tutto il mese di Agosto. Mi correggo... Io, come tutti gli altri a cui ho chiesto, non sapevo di questa interruzione di publico servizio. Così mi sono ritrovato giorno 31 agosto ad alzarmi alle 05:15 ed aspettare invano, nell'oscurità della fresca notte estiva, l'arrivo di un bus che non c'è stato.

Due giorni dopo mi ripresento alla consueta fermata. Tra intontimento ed incredulità, scorgo all'orizzonte delle luci rombanti... era l'autobus da me atteso. Accingendomi a salire sullo spettrale mezzo comincio a pensare tra me e me: "Forse ieri c'è stato un guasto... ma si sicuramente è così. Non è possibile che abbiano sospeso il servizio (l'unico per giunta) per la pausa estiva". Incuriosito e preoccupato chiedo all'autista il quale mi risponde "Hanno sospeso il servizio per tutto il mese di agosto"

Preoccupato vado a sedermi e comincio a pensare...E' risaputo che la SAIS, azienda che gestisce gli autotrasporti nella nostra provincia e non solo, ha fatto dei tagli anche in termini di qualità di servizio, infatti il nostro è un autobus che non riesce a contenere eventuali valige per tutti i passeggeri. Questa è la ragion per cui molti decidono di percorrere altre vie. Riguardo il recente disagio, il mio dubbio è che abbiano interrotto il nostro unico ed essenziale servizio (poche utenze = pochi biglietti), lasciando attive le tratte in cui ci sono molte corse (più utenze = più biglietti). Se così fosse, sarebbe una grave ingiustizia. Infatti mentre per i primi (noi) la corsa è unica, per gli altri è multipla e si potrebbe assicurare il servizio a entrambi riducendo (non eliminando) quest'ultime.

Peraltro per avvisare la clientela, la SAIS ha pensato bene di affigere nel finestrino dell'autobus un semplice avviso, cosa che può andare se coadiuvata dalla pubblicazione della notizia sul sito internet aziendale. Questo sarebbe doveroso nel 2009 e inoltre contribuirebbe a riempire la sua scarsa homepage... Non so nemmeno se le autorità locali siano state avvisate. In entrambi i casi ci doveva essere, a mio parere, un duro concerto di opposizione tra i diversi comuni coinvolti per attuare i principi stabiliti dalla "Costituzione della Republica Italiana" sul garantire i servizi essenziali alla popolazione. In ogni caso l'ente publico della Regione doveva impedire che avvenisse un tale disservizio in una zona in cui muoversi è già complicato di suo. Ci tengo a sottolineare che non è un servizio essenziale solo per gli studenti, ma anche per chi ha necessità di andare nel capoluogo per una visita medica specialistica, per chi non ha a disposizione (anche temporaneamente) un mezzo proprio, per l'emigrato che vuole andare a fare una gita a Palermo...

Speriamo che cancellino la tratta... Chi avrà di bisogno vedrà ;-)

1 commento:

  1. La corriera "mattutina" per Palermo è sempre stata un "incubo annunciato". Perchè bisognava alzarsi prestissimo il lunedì mattino, perchè rischiavi di non vederla arrivare per uno sciopero improvviso o per un guasto (erano veri catorci). Ai miei tempi universitari una macchina di 50/60 posti a Milena già si riempiva. Vado spesso a Palermo per lavoro con ritorno in giornata e qualche volta prendo anche la corriera. Dopo un paio di "volte" (quando non vado in macchina) mi sono rivolto alla concorrenza agrigentina. Molto comoda (anche per gli orari) con fermata al bivio di Campofranco. E poi il biglietto costa meno rispetto a SAIS (Palermo Campofranco e ritorno). "Corse e ricorse". Non sono affatto meravigliato del disservizio da te segnalato anche se della soppressione "momentanea" della corsa avevo letto sui giornali.

    P.S.: Spero sempre di stimolare il dialogo tra crescenti certezze umane piuttosto che leggere opinioni di brillanti, ricorrenti anonimi.

    RispondiElimina

DISCLAIMER

I commenti vengono moderati dagli amministratori.

I commenti non hanno l'attributo NoFollow; quindi se lasci un commento inserendo il tuo sito nell'apposito spazio Google lo vedrà come un "good link"; consideratelo un regalo per chi lascia il suo parere :).

Ti potrebbero anche interessare

Related Posts with Thumbnails