venerdì 4 dicembre 2009

Chiudetele in una cella e gettate via le chiavi


Bambini chiusi in bagno al buio per ore, costretti a mangiare alle 10 di mattina tirando loro i capelli per far aprire la boccuccia, schiaffi violenti sulla nuca, una bambina piange e non vuole mangiare, rigurgita del cibo e la maestra la costringe a rimettere il vomito in bocca schiacciandole il bavaglio alle labbra. Sono queste alcune delle atrocità commesse dalle educatrici Anna Laura Scuderi e Elena Pesce nella scuola dell'infanzia "Cip & Ciop" di Pistoia.

Nel video si vede una maestra che picchia ripetutamente una bambina di appena dieci mesi, ad un certo punto un bambino un pò più grande si alza, si avvicina e inizia ad accarezzare la manina della piccola cercando di rassicurarla.

In questo momento non oso pensare la rabbia giustificatissima di quei genitori che hanno visto ed udito le urla dei figlioletti riprese dalle telecamere nascoste della polizia. Una coppia ha dichiarato ai poliziotti: “O fate giustizia voi o ce la facciamo da soli”

Come dargli torto?

4 commenti:

  1. Questa volta NON ci devono essere attenuanti: ERGASTOLO!! Voglio ben sperare che non venga tirata fuori per l'ennesima volta, cazzata della semi-infermità mentale, altrimenti oltre che le due aguzine dvono pagare tutti i responsabili che hanno permesso l'apertura dei quel asilo, senza fare gli adeguati controlli.
    Basta con aperture di centri per l'infanzia, "facili"; i bambini sono il bene più prezioso del mondo e devono essere salvaguardati, tutelati e protetti, ci vogliono controlli seri prima di affidare un ruolo cosiì delicato alle prime due teste di "c...o" come queste !
    Scuderi e Pesce dovete sperare di avere l'ergastolo, perchè se un giorno vi rimettano in libertà, sia fra 10, 20,30,40 anni NON IMPORTA! questa volta non si può dimenticare un'atrocità simile, siamo ai livello del Olocausto, quindi ricordatevi che una bel cazzotto in faccia ed una pedata nel culo non ve lo toglie nessuno!
    Non siete degne di vivere !!!

    RispondiElimina
  2. Vedere quel bambino alzarsi ed accarezzare la mano della bambina che viene picchiata mi ha fatto commuovere. Vedendo quel pezzo di video provavo indignazione profonda ma nello stesso tempo una tenerezza senza fine. Ho visto un piccolo eroe che avvicinandosi per confortare con una carezza sapeva che rischiava qualche schiaffone ma si è tuffato lo stesso, noncurante del pericolo e con l'unico scopo di far tranquillizzare la bambina.
    Un eroe.

    RispondiElimina
  3. Non esistono parole per commentare tali scene, ne una "pena adeguata" per i vigliacchi che commettono tali atti. Condivido pienamente il pensiero di Paola.I vigliacchi picchiano i bambini...quel bambino è un eroe. Impariamo dai bambini.

    RispondiElimina
  4. non ho parole... devono soffrire come hanno sofferto titti quei bambini... che non c'entravano nulla... se loro sone schizzate pazze isteriche...la giustizia deve punirle il 200 % in piu'

    RispondiElimina

DISCLAIMER

I commenti vengono moderati dagli amministratori.

I commenti non hanno l'attributo NoFollow; quindi se lasci un commento inserendo il tuo sito nell'apposito spazio Google lo vedrà come un "good link"; consideratelo un regalo per chi lascia il suo parere :).

Ti potrebbero anche interessare

Related Posts with Thumbnails