martedì 26 gennaio 2010

Quando il degrado si trasforma in dramma

Crollo_favara_abitazione

Il degrado di una famiglia o di un quartiere, ci toccano e passano in primo piano solo quando si viene a verificare un dramma, proprio come quello che è accaduto ieri a Favara.

Case annose che non sono più forti e possenti come una volta, ma che crollano giù come castelli di sabbia. Sembra che ci voglia la perdita di anime innocenti per comprendere il disagio in cui vive una società. Quando già il peggio è passato, istituzioni e politici, si rimboccano le maniche e scendono in campo come paladini della giustizia e risolutori dei problemi.

E’ proprio in questi casi che la comunità sbigottita si pone la seguente domanda: “ma le istituzioni, i politici, dov’erano prima del dramma?”. Un dilemma, un enigma che non da pace. Poi ecco che dal nulla salta fuori l’esistenza di nuove civili abitazioni, pronte per la consegna a famiglie bisognose, case che potrebbero sottrarre buona parte della popolazione da uno stato di depauperamento, e invece no, quelle case rimangono in uno stato di più totale abbandono ed esposte agli attacchi vandalici. Queste abitazioni al massimo vengono utilizzate come espedienti retorici per catturare qualche voto in più durante qualche campagna elettorale, come se ricevere in assegnazione una casa popolare fosse un FAVORE, anziché un DIRITTO.

Giuseppe Losardo

Nessun commento:

Posta un commento

DISCLAIMER

I commenti vengono moderati dagli amministratori.

I commenti non hanno l'attributo NoFollow; quindi se lasci un commento inserendo il tuo sito nell'apposito spazio Google lo vedrà come un "good link"; consideratelo un regalo per chi lascia il suo parere :).

Ti potrebbero anche interessare

Related Posts with Thumbnails