venerdì 9 dicembre 2011

Nostalgia Canaglia


Ciao Naduri e Nadurisi,
ormai sono lontano da casa da quasi due anni. Ho trovato un lavoro che mi piace e ho conosciuto diverse persone che oltre a farmi crescere professionalmente sono diventate per me un punto di riferimento. Mi ritengo quindi enormemente fortunato per quello che sto vivendo nel periodo di difficoltà collettiva che ha colpito la Bella Italia.

Tuttavia il pensiero non può non andare al mio paese, alla mia famiglia, ai miei figliocci (che saluto calorosamente), ai miei amici... Insomma non posso non avere nostalgia della mia vita bompensierina. Ascoltando un pò di musica sono riaffiorati ricordi di momenti, magari banali, ma assolutamente stupendi.
Alcuni si chiederanno cosa ci sia di stupendo nel paese più piccolo della provincia di Caltanissetta. Ad essi rispondo che il valore reale di una cosa lo si percepisce sopratutto quando viene meno. Non lo dico per fare la parte del saggio, ma perchè è l'esperienza da me vissuta. Certi momenti quando vissuti sembrano scontati, ma in realtà non è così. Mi rendo conto che per un giovane che sta lì non è facile affrontare le giornate e credo che tutti cerchino di fare del loro meglio per non andare via.

Io infatti parlo da giovane "incazzato" perchè migrato per lavoro e non per scelta. Ripeto che qui sto bene e mi ritengo un privilegiato a lavorare di questi tempi, ma non posso evitare di esprimere disappunto per i porci politici dalle poltrone a Montecitorio e Palazzo Madama che hanno privato noi giovani di sperare e addirittura sognare una vita normale. Così ho aggiunto anche una polemica politica che non guasta mai...

Volevo rivolgere quindi un pensiero a tutto ciò scrivendo due righe. Purtroppo mi sono allontanato tantissimo dallo scrivere in questo blog, spero in futuro di poterlo fare più frequentemente.

A presto.

Ti potrebbero anche interessare

Related Posts with Thumbnails